MOMBRINI SRL

MOMBRINI SRL - PAVIMENTAZIONE PER L'INDUSTRIA DELLE CARNI BIANCHE

Via Leonardo da Vinci, 218 - 24043 Caravaggio (BERGAMO) (ITALY)
: +39 0363 50449
: +39 0363 350714
:
Pavimentazione per l'industria delle carni bianche
PAVIMENTAZIONE INDUSTRIALE INDUSTRIA LAVORAZIONE FRUTTA

MOMBRINI produce pavimentazione per l'industria delle carni bianche.
La pavimentazione per l'industria delle carni bianche industriale nel settore alimentare necessitano di una specifica attenzione: su di essa si muovono carichi, si versano liquidi corrosivi e la sua pulibilità, in ambienti dove si richiede la massima igiene, è necessaria.

Il sistema di pavimentazione per l'industria delle carni bianche tipo MOMBRINI ha comunque alcuni punti fissi che l’esperienza ha confermato negli anni come il massetto in Cls, scollegato tramite lo strato di barriera la vapore e di scorrimento dal solaio di controterra, il perfetto collegamento delle piastrelle in klinker antiacido e dei pezzi speciali, la sigillatura in resina epossidica. Qui sopra è rappresentato un esempio di progettazione per l’esecuzione di un pavimento e del muretto di protezione controterra con l’inserimento dei chiusini di scarico e dei pozzetti d’ispezione.
Il requisito più importante da soddisfare nel settore della lavorazione della carne è quello della non scivolosità, ma anche della lavabilità e non usura della superficie. Ecco perchè la scelta del tipo di piastrella (klinker, klinker puntinato, gress porcellanato, ecc.) e il tipo di posa (a giunto unito piuttosto che fugata e in linea oppure in diagonale) è di fondamentale importanza. A tutto ciò si unisce il requisito di resistenza ai carichi mobili e la non rumorosità al passaggio dei carrelli e dei cestelli.
Dal punto di vista chimico, le aggressioni al pavimento non sono molto forti se la concentrazione dell’acido oleico rimane entro limiti usuali; quando questo non succede infatti il primo fenomeno che si verifica è la svuotatura delle fessure. Il sistema epossidico della ditta MOMBRINI da questo punto di vista ha dato risultati eccezionali. Così pure ottime risposte si sono avute dallo studio e dalla realizzazione delle stufe per la mortadella dove l’elevata temperatura, gli sbalzi termici e i raccordi con le pareti con raggio di 25 cm sono problemi non sottovalutabil

Iniziò quasi per caso, nel lontano 1955, l’avventura della ditta MOMBRINI nel settore industriale, quando ci fu l’occasione di ripiastrellare alcuni reparti dello stabilimento dolciario MOTTA. Con la modestia e la convinzione dei propri mezzi che l’ha sempre contraddistinta, la ditta MOMBRINI eseguì delle prove, che nel corso degli anni successivi diedero dei risultati tali che nel 1962 portarono i suoi posatori a realizzare nel burrificio della LATTERIA SORESINESE la loro prima pavimentazione in klinker, sigillata in resina, che ancor oggi è in ottimo stato; tra di loro c’era lo stesso Gianni Mombrini che da allora ha profuso ogni sforzo per migliorare la tecnica di posa e l’organizzazione della ditta che oggi dirige: una struttura che conta su dodici squadre di posatori dipendenti e uno staff di tecnici e di collaboratori composto da più di dieci persone, nella nuova sede di CARAVAGGIO (BG), che si estende su un’area di 20000 mq.
Il pavimento industriale in klinker sigillato con resina epossidica rappresenta secondo i tecnici della ditta MOMBRINI la soluzione ottimale per la maggior parte delle situazioni d’uso e di sollecitazione dei locali di produzione delle industrie del settore alimentare e non solo.
Tra le possibili alternative sembra che a tutt’oggi non esistano delle soluzioni valide non solo dal punto di vista estetico, ma anche di durata nel tempo. Una serie innumerevole di improvvisatori nel campo dei pavimenti in piastrelle e non, purtroppo induce all’impiego sconsiderato di prodotti anche buoni, proponendo soluzioni rapide e superficiali, che nel tempo sono destinate a continui ed infiniti interventi di manutenzione.
A conferma delle ottime prestazioni che il pavimento in klinker+resina può fornire, la ditta MOMBRINI ne ha sottoposto un campione al laboratorio del Centro Ceramico di Bologna il quale ha certificato in maniera positiva la non scivolosità della superficie in varie condizioni d’uso (coefficiente di attrito medio - vedi pagina 48) e i risultati delle prove di resistenza: meccanica, all’abrasione e agli agenti chimici più frequenti.

Science-Directory.net / Technology - Technology Web Directory