METTLER TOLEDO: SAFELINE METAL DETECTION

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter

Aumento della produttività e del tempo di funzionamento degli strumenti grazie ai rivelatori di metalli a nastro della serie GC.

I sistemi integrati di rivelazione di metalli a nastro della serie GC (Global Conveyor) di METTLER TOLEDO hanno fatto registrare significativi vantaggi in termini di produttività e tempo di funzionamento degli strumenti nelle aziende che, in 20 paesi del mondo, li hanno implementati nel proprio processo produttivo sin dal loro lancio, avvenuto lo scorso anno. Il design modulare dei sistemi integrati della serie GC assicura ai produttori la flessibilità necessaria a soddisfare un’ampia gamma di esigenze legate alla produzione e alla conformità nel campo della sicurezza alimentare. Scegliendo di rivolgersi a un unico fornitore che offra una soluzione completa, ossia un rivelatore di metalli con nastro trasportatore, si garantisce un’integrazione meccanica ed elettrica ottimale per l’incremento della produttività. Le specifiche funzionalità di cui sono dotati i sistemi di rivelazione di metalli della serie GC, come il clustering intuitivo e la modalità Test ridotto, consentono di portare a termine l’ispezione di un maggior numero di prodotti in minor tempo, aiutando i produttori del settore alimentare a migliorare l’efficienza produttiva e aumentare il tempo di funzionamento degli strumenti.  

“I sistemi di rivelazione di metalli della serie GC stanno assicurando ai nostri clienti vantaggi concreti”, afferma Mike Bradley, responsabile del Market Management, Mettler-Toledo Safeline Metal Detection. “La serie GC è in grado di massimizzare l’efficienza produttiva in un’ampia gamma di segmenti di mercato e in applicazioni a umido e a secco. In questo modo, contribuisce a proteggere le aziende e oggi le aiuta ad affrontare anche le sfide associate alla domanda di prodotto generate dalla pandemia di COVID-19”.  

I sistemi della serie GC vantano un design modulare capace di adattarsi alle applicazioni, alle caratteristiche e ai requisiti di produzione specifici di ogni realtà produttiva. Per prima cosa, i produttori selezionano lo strumento di rivelazione di metalli METTLER TOLEDO, per esempio un rivelatore di metalli Signature, Signature Touch, Profile/Profile RB o Profile Advantage. Questo viene quindi integrato in un sistema con nastro trasportatore scalabile e personalizzabile, anche grazie a una vasta gamma di nastri modulari o in poliuretano. Infine, il sistema modulare viene configurato con un adeguato sistema di movimentazione, prevedendo meccanismi di espulsione per la rimozione sicura dei prodotti non conformi, nonché componenti a sicurezza intrinseca per documentare i processi di Due Diligence.  

“L’esclusivo design modulare della serie GC è essenziale per assicurare un sistema a nastro a prova di futuro”, aggiunge Bradley. “Il sistema è stato progettato e realizzato per essere facile da modificare, consentendo di soddisfare i requisiti in continuo mutamento della produzione alimentare. Con l’aumento dei costi di produzione, i nostri clienti necessitano di soluzioni capaci sia di contribuire a ridurre il costo totale di proprietà, sia di crescere insieme all’azienda. Design modulare significa anche maggiore sicurezza, velocità e facilità degli interventi di assistenza tecnica, così da ridurre i tempi di fermo della produzione”. 

I rivelatori di metalli a nastro presentano un ventaglio di vantaggi operativi aggiuntivi per affrontare le attuali sfide legate a processi di produzione e conformità. Il design modulare è concepito per facilitare l’aggiornamento dei sistemi e passare dall’allarme di arresto alla piena Due Diligence come e quando è necessario. Ad esempio, il sistema Profile Advantage consente di risparmiare sui costi e di migliorare la produttività grazie alla tecnologia dinamica “Product Signal Suppression”. che elimina la variazione di segnale presente in moltissimi prodotti naturali, freschi e refrigerati, azzerando i falsi scarti. Gli utenti possono visualizzare a schermo gli istogrammi che mostrano l’intensità del segnale dei prodotti ispezionati con esito positivo, così da monitorare i trend e migliorare i processi decisionali. 

Il clustering intuitivo permette di raggruppare prodotti con caratteristiche simili in un’unica impostazione di processo. In questo modo, non sono più necessari frequenti interventi e modifiche da parte dell’operatore; ciò diminuisce la probabilità che siano commessi errori e riduce al minimo i tempi di fermo macchina necessari al cambio dei prodotti. La maggior parte delle aziende che hanno adottato il clustering intuitivo in applicazioni a umido, come prodotti da forno, prodotti lattiero-caseari e carni, ha ridotto fino a quattro volte il tempo impiegato per il cambio dei prodotti. In termini di produttività, questo risparmio può equivalere a centinaia di ore l’anno.  

Nelle applicazioni a secco, la modalità Test ridotto consente di utilizzare il rivelatore di metalli per lunghi periodi senza che sia necessario eseguire verifiche delle prestazioni. Questo è possibile impostando il funzionamento del sistema a specifiche più elevate di quanto richiesto e prevedendo la segnalazione all’operatore se il livello di prestazioni subisce variazioni. Nel periodo di quarantena, in cui il prodotto finito è conservato in loco prima che lasci lo stabilimento, questa tecnologia consente di ridurre la frequenza dei test fino all’83%, con un impatto considerevole sul tempo di funzionamento utile degli strumenti e sulla produttività. 

È stato evidenziato che l’adozione della modalità Test ridotto può aumentare fino all’1% la produttività/efficacia operativa (OEE) di singole linee e di interi stabilimenti produttivi. Anziché eseguire verifiche di monitoraggio delle prestazioni a ogni ora, i produttori possono testare i propri rivelatori di metalli con minor frequenza, ma senza perdite in termini di garanzia di qualità. Meno interventi da parte degli operatori e minore interazione con i macchinari portano anche a una maggiore igiene e a un ridotto rischio di errori. È disponibile gratuitamente uno strumento di calcolo che consente ai produttori di stimare quanto possono risparmiare ottimizzando le verifiche dei sistemi di rivelazione dei metalli in base ai propri specifici processi produttivi: www.mt.com/md-roi-rt 

La serie GC è progettata e realizzata sul modello del fornitore unico, coniugando le migliori pratiche nella rivelazione dei metalli e competenze nell’ambito della sicurezza alimentare. Il nastro trasportatore è ottimizzato dal punto di vista elettrico e meccanico (rulli, cinghie e così via), assicurando una stabilità che migliora le prestazioni di ispezione del rivelatore di metalli e quindi riducendo la percentuale di falsi scarti. Un sistema pienamente integrato rivela ed espelle in modo affidabile i prodotti contenenti contaminanti, quali metalli ferrosi e non ferrosi e acciaio inossidabile, e li rimuove in modo efficiente dal processo produttivo.  

Il telaio aperto, la facilità di smontaggio dei componenti e gli elementi tubolari arrotondati della serie GC rendono più efficienti i processi di pulizia riducendo i tempi di fermo. Il software per la gestione dei dati ProdX di METTLER TOLEDO raccoglie automaticamente i dati di processo per consentire la visualizzazione dei risultati delle verifiche da remoto: un elemento che riveste sempre maggiore importanza in un momento in cui le aziende devono trovare soluzioni per operare con un numero inferiore di persone presenti nell’area produttiva.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay Connected

More Updates