Dai terremoti alle simulazioni multi-climatiche.

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter

AutoStore presenta il suo hub di innovazione per testare e replicare gli ambienti della catena di approvvigionamento in condizioni estreme!

Il nuovo centro di test di AutoStore a Karmøy, in Norvegia, può replicare condizioni ambientali mai testate prima: da situazioni multi-climatiche, calde e fredde a simulazioni di terremoti… l’elenco è sorprendente!

AutoStore, leader nella tecnologia robotica, presenta oggi il suo hub di innovazione situato a Karmøy, in Norvegia, un nuovo centro pionieristico e ultramoderno per testare e replicare ambienti diversi in negozio e in magazzino.

Autostore, fornitore di tecnologia robotica per lo stoccaggio e la gestione degli ordini per rinomati brand internazionali, quali, tra gli altri Gucci, Puma e Asda, sta vivendo  una crescita continua dei suoi ricavi e dei suoi clienti. L’azienda di robotica ha quindi creato un centro di test per dare una risposta ancor più rapida alla richiesta di sistemi automatizzati dai suoi clienti, in modo da soddisfare la crescente domanda.

Costruito in soli sette mesi, questo hub è dotato di una combinazione di tecnologie robotiche e di infrastrutture per la catena di approvvigionamento e la vendita al dettaglio che non si trova in nessun’altra parte del mondo. Il nuovo centro AutoStore sarà infatti in grado di testare soluzioni sviluppate per rivenditori di tutto il mondo con installazioni sia in negozi che in magazzini. 

L’ambiente dell’installazione può essere regolato per consentire ai robot di essere testati in condizioni di caldo e freddo, analizzando come cambia il livello di ossigeno quando le merci vengono impilate nei sistemi di stoccaggio. L’hub può anche simulare terremoti per identificare come la tecnologia dei magazzini e dei negozi può reagire a situazioni potenzialmente pericolose, oltre a sperimentare una serie di altre funzionalità.

Karl Johan Lier, CEO di AutoStore, afferma: “Abbiamo identificato la necessità di testare soluzioni in una serie di situazioni diverse, ma non potevamo creare un centro di test per ambienti freddi, un altro per simulare il calore e, al tempo stesso uno per testare una moderna soluzione per negozi, un altro per lo stoccaggio di prodotti medicali e così via. Quindi abbiamo creato un centro nel quale poter simulare diverse situazioni e diverse esigenze. Questo approccio agile offre ai nostri clienti un vantaggio competitivo sul mercato e li colloca al centro del nostro sistema di innovazione per aiutarli nel loro processo di sviluppo tecnologico”.

“Nel settore della tecnologia robotica, non abbiamo tempo per lasciare che i processi si trascinino. In qualità di azienda tecnologica, dobbiamo identificare le esigenze e, insieme ai nostri partner e clienti, sviluppare soluzioni appropriate in grado di funzionare nel più breve tempo possibile. Viviamo in un’epoca di sviluppo esponenziale nella maggior parte delle aree, quindi dobbiamo essere in grado di sviluppare soluzioni che non siano già obsolete al momento della loro immissione sul mercato e della loro utilizzazione.”

L’emancipazione del Micro-Fulfillment

Il Micro-Fulfillment rappresenta una delle maggiori sfide per la vendita al dettaglio. Come cliente, se non puoi avere un articolo immediatamente, lo vai a comprare altrove oppure acquisti un altro prodotto. La movimentazione dei prodotti di consumo e dei generi alimentari a partire dai centri di distribuzione regionali non è più in grado di soddisfare le esigenze e le aspettative dei clienti. Semplicemente, c’è bisogno di nuovi sistemi.

Per Karl Johan Lier, assisteremo a grandi cambiamenti a livello globale nell’organizzazione dei negozi, delle catene di approvvigionamento, dei centri commerciali e dell’e-commerce. I punti vendita, i trasportatori, i magazzini e tutti gli attori dell’intera catena del valore della supply chain saranno collegati in modo completamente nuovo.

“Le esigenze varieranno da negozio a negozio, e da settore a settore. La nostra flessibilità deve consentire ai marchi di snellire le loro operazioni in base alle loro esigenze specifiche e, per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo costantemente testare e sviluppare nuove soluzioni. È qui che l’hub di innovazione di AutoStore giocherà un ruolo decisivo”, conclude Lier.

Informazioni su AutoStore

Fondata nel 1996 e specializzata nella tecnologia robotica, AutoStore ha inventato il concetto di Stoccaggio Cubico Automatizzato – la soluzione di stoccaggio più densa al mondo – e continua ad essere pioniera in questo campo. L’obiettivo dell’azienda è quello di unire software e hardware alle capacità umane per creare il futuro dell’immagazzinamento. A livello globale, AutoStore dispone di oltre 600 sistemi installati in 35 paesi, in un’ampia gamma di settori. Tutti i sistemi commercializzati sono progettati, installati e gestiti dalla rete di partner di AutoStore, che si compone di integratori qualificati. La sede centrale si trova a Nedre Vats, Norvegia, e l’azienda dispone di numerosi uffici distribuiti negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Europa e in Asia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay Connected

More Updates