OFFICINE DI CARTIGLIANO SPA: l’obiettivo e’ “innovare”

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter

Fin dagli albori OFFICINE DI CARTIGLIANO, il cui core business  è  la  produzione di macchine ed impianti per l’industria conciaria, ha studiato la possibilità di utilizzare tecnologie alternative nel processo di essicazione del pellame conciato umido.

La continua e costante innovazione, ha portato questa realtà ad investire in altri due settori vincenti per l’uomo: l’alimentazione e l’am- biente OFFICINE DI CARTIGLIANO ha infatti studiato e brevettato un sistema rivoluzionario nell’ambito della PASTORIZZAZIONE e STERI- LIZZAZIONE DEGLI ALIMENTI, raggiungendo importanti risultati nel trattamento termico di cibi liquidi e semiliquidi, come le bevande vegetali, succhi di frutta e cubettati, marmellata e confetture, sughi e creme di verdura, latte e derivati del latte, formaggi freschi spalmabili, miscele gelato, uova liquide, e tanto altro.

VANTAGGI DEL RISCALDAMENTO A RADIOFREQUENZA SUI PRODOTTI ALIMENTARI La  sterilizzazione  a  temperature nettamente inferiori di quelle tradizionali, produce un sensibile miglioramento nelle qualità organolettiche del prodotto trattato, grazie al minor degrado termico. È ciò che avviene con la tecnologia a RADIO FREQUENZA CARTIGLIANO. Ne consegue una shelflife più lunga del prodotto e caratteristiche sensoriali ed olfattive davvero uniche. Il riscaldamento  avviene in modo istantaneo (50° Δt in 0,2 secondi) e raggiunge tutta la massa del prodotto, uniformemente e senza le differenze che si hanno nel riscaldamento laminare. Inoltre, il minor deposito di residui nell’impianto, permette una notevole riduzione dei lavaggi altrimenti necessari: ne deriva una maggiore produttività dell’impianto stesso. Inoltre è semplice integrare la tecnologia a RADIO FREQUENZA CARTIGLIANO negli impianti di vecchia concezione, senza doverli sostituire.

E L’AMBIENTE? Il secondo segmento in cui Cartigliano ha investito è quello ambientale ed il suo startup è nato dal desiderio di dare risposta all’esigenza di alcuni clienti che richiedevano la costruzione di essiccatoi per fanghi da depurazione che dessero risultati simili agli essiccatori per pelli.

È nato così l’ESSICATOREEFT CARTIGLIANO, che asciuga il prodotto in ingresso portandolo ad un’umidità residua del 10÷15%: questo permette di avere una riduzione del peso del prodotto in entrata superiore al 70% ed una diminuzione del volume del 50÷60%. In un periodo storico nel quale le discariche sono sature e non sono più in grado di ricevere altri rifiuti, l’installazione di un impianto di ES- SICATORE EFT CARTIGLIANO per- mette alle aziende una gestione in- telligente, economica e compatibile con l’ambiente. L’EFT è costruito per eseguire l’essiccazione di materiali quali fanghi di depurazione civile ed industriale disidratati, deiezioni ani mali e biomasse.

Grazie ad una tecnologia assolutamente innovativa di essiccazione, l’impianto è in grado  di  evaporare l’acqua dal rifiuto e di ridurre la massa ed il volume dello stesso, abbassando così drasticamente i costi di gestione e di smaltimento. Non si tratta solo di un sistema in grado di ridurre i costi, ma anche e soprattutto di risolvere un problema ambientale legato al trasporto ed alla gestione dei rifiuti. Gli stessi reflui, tramite tale processo essiccativo, possono essere valorizzati, riutilizzati e trasformati in un nuovo sotto prodotto. La tecnologia EFT è estremamente innovativa: a differenza di quanto esiste in commercio, la trasmissione del calore avviene sostanzialmente per convezione e non per irraggiamento, privilegiando la velocità rispetto alla temperatura dell’aria di essiccazione. Questo perché si utilizza energia primaria di bassa qualità (acqua a 80÷85°).

Per aumentarne la superficie di scambio termico e impedire la formazione di polveri durante l’essiccazione, il materiale, prima di entrate nell’EFT, viene estruso e disteso uniformemente con movimento    brandeggiante   sull’intera larghezza di lavoro della macchina. La riduzione del carico inquinante dei fanghi di risulta degli impianti di depurazione rappresenta oggi una delle priorità in campo ambientale. L’obiettivo di Cartigliano? Cercare una soluzione che possa soddisfare gli utilizzatori finali, creare impianti personalizzati, progredire nella ricerca di tecnologie sempre più affidabili, dai bassi consumi e che rispettino l’ambiente.

www.cartigliano.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay Connected

More Updates