TECNOPOOL, la migliore scelta

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter

La storia di Tecnopool ha origine da una grande idea: progettazione, produzione e installazione di macchinari per la lavorazione di prodotti alimentari. Una storia cominciata nel 1980 con il brevetto Anaconda: il primo nastro trasportatore progettato da Leopoldo Lago, fondatore dell’azienda. Un prodotto vincente ma soprattutto versatile, adatto a tutti i processi di produzione laddove i prodotti alimentari necessitano di essere trattati termicamente. È stato l’inizio di una storia di successo che non si è mai arrestata, proprio come testimoniano i risultati ottenuti negli ultimi 35 anni: crescita delle vendite, sempre maggiore presenza nei mercati esteri ed evoluzione dei prodotti. La storia di Tecnopool è iniziata a Padova per poi varcare i confini nazionali ed essere raccontata in tutto il mondo. Dalla surgelazione al raffreddamento, dalla pastorizzazione alla lievitazione fino alla movimentazione del prodotto, cottura in forno e frittura, il termine flessibilità va di pari passo con le soluzioni Tecnopool. Prima di sviluppare un impianto, Tecnopool pensa a coloro che ne faranno uso, perché flessibilità non è solamente un fattore mentale ma anche e soprattutto un approccio lavorativo. Questo è esattamente lo scopo dell’ufficio design Tecnopool: aiuta a stabilire un rapporto esclusivo con il cliente, basato sull’onestà, la chiarezza e la competenza. Un rapporto costruito sulla collaborazione e lo scambio di idee, che inizia dalla fase di progettazione e finisce con la costruzione del sistema. È così che Tecnopool sviluppa impianti che sono veramente customizzati a seconda delle richieste di ciascun cliente e ogni tipo di spazio; impianti che garantiscono il massi- mo in termini di produttività e il minimo in termini di manutenzione. La versatilità degli impianti Tecnopool è testimoniata dal settore in cui questi vengono applicati. Non è quindi una coincidenza che la sua tecnologia sia spesso dietro la lavorazione di un prodotto alimentare. Surgelazione Il know-how che Tecnopool ha acquisito le permette di garantire un metodo assolutamente all’avanguardia per il trattamento dei prodotti alimentari confezionati o sfusi, che sono trasportati su nastro e congelati in una cabina con pareti isolate di spessore variabile. Raffreddamento Un sistema progettato per due tipi di raffreddamento: Ambiente e aria forzata in cella. È la flessibilità che lo rende adatto ad ogni linea di produzione e ad ogni tipo di prodotto alimentare confezionato o sfuso. Lievitazione Tale processo delicato merita tutta la nostra attenzione. Ecco perché Tecnopool ha sempre sviluppato impianti perfettamente calibrati che non alterano le proprietà degli alimenti e che rispettano sia il prodotto finale che il consumatore. Pastorizzazione Per far si che un prodotto trattato raggiunga la giusta temperatura nel tempo richiesto, è essenziale considerare attentamente ogni dettaglio; non è un caso quindi che Tecnopool progetti impianti complessi in celle isolate per trattare prodotti alimentari secondo i parametri che vengono costantemente monitorati. Forno a spirale ad olio diatermico Tecnopool, fedele alla sua filosofia di semplificare le linee di produzione per ragioni meccaniche ed economiche, ha completato la sua gamma di impianti con un sistema di cottura a spirale che, per la sua configurazione, ottiene tutti i vantaggi di risparmio di spazio, mantenendo la linea- rità del processo. In questo modo, si evita l’utilizzo di sistemi moltiplicatori/demoltiplicatori di file, molto comuni nelle linee con teglie che usano forni a tunnel. Non è qualcosa di nuovo, tuttavia questa configurazione a spirale permette di sfruttare al massimo il sistema di riscaldamento progettato dalla Tecnopool per questo tipo di forno. L’assenza di ventilazione forzata ed il favorevole bilancio di volume aria/prodotto presente in cella, rispetto ad un forno a tunnel, permette di lavorare con temperature ambiente comprese tra 10 e 15°C inferiori a quelli utilizzati dai forni a tunnel, a parità di tempo di cottura. In casi speciali, secondo l’esperienza Tecnopool, queste differenze possono arrivare fino ai 30°C. In alcuni casi specifici, quando necessario, viene installata anche una ventilazione forzata, al fine di aumentare l’effetto convettivo. La decisione tecnica, dopo anni di prove con tutti i tipi di prodotto ed in differenti condizioni di lavoro, ci ha portato a scegliere un sistema a radiatori che insieme alla configurazione della spirale, permette di ottenere un rendimento termico più elevato rispetto ad altri sistemi. Il fluido termico che scorre attraverso i tubi è olio diatermico, un sistema che è stato scelto per la sua alta prestazione termica e bassissima pericolosità. Si deve considerare che la resa di una caldaia ad olio diatermico si trova tra un 95% e 97%, rispetto al 65% di un impianto di riscaldamento ad aria o al 30% di un sistema di riscaldamento a fiamma diretta. Il nostro forno a spirale consente di risparmiare spazio, semplificare il flusso della linea di produzione e risparmiare energia. Friggitrice ad olio termico In base alla sua filosofia di evoluzione e crescita costanti, Tecnopool estende la sua gamma prodotti con un’altra macchina di processo che permette all’azienda di completare le sue nuove linee di produzione e soddisfare le richieste dei clienti dei settori carne, pesce, pane e dolci, snack, arachidi epersino cibo per animali domestici: la friggitrice Tecnopool. Perché scegliere la friggitrice Tecnopool? Lo scambiatore ad olio termico è sommerso nella vasca di frittura per: Ridurre al minimo la differenza di temperatura tra la fonte di calore e la temperatura di frittura dell’olio;Aumentare il tempo di risposta e di adattamento della temperatura;Tenere l’olio di frittura il più possibile statico. La cappa per estrazione fumi con filtri di separazione grassi, turbina ad alta efficienza e recinzione perimetrale a vetri: – Per facilitare l’estrazione dei fumi e del vapore, e prevenire che la condensa goccioli dentro l’olio di frittura causando contaminazione; – Per permettere l’ispezione visiva della produzione; – Per separare e condensare l’olio in sospensione presente nei fumi, per evitare odore. La vasca della friggitrice è completamente removibile: – Per permettere una facile e veloce pulizia durante la manutenzione della macchina; – Per permettere l’eliminazione degli avanzi solidi; – Viene usata come filtro di decantazione dell’olio. In breve, la migliore scelta per i clienti di Tecnopool. www.tecnopool.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay Connected

More Updates